Il vortice dei nostri sogni stavolta ci porta ad incontrare il grande Maestro Giacomo Puccini. Lo troviamo intento ad un’ attività che ha sempre molto amato: la cucina. Ci parlerà dell’eterno desiderio di armonia e di come lui l’ha sempre cercata soprattutto attraverso la musica, nelle donne e anche nei piatti che ha inventato o interpretato. Testo e voce di Filippo Roncaccia.
Le ricette e i dati biografici sono stati raccolti da Paola Roncaccia.

RISOTTO CON LA TINCA
ingredienti per 4 persone
Una tinca di 700 grammi, trecento grammi di riso, quattro pomodori, mezzo bicchiere d’olio extravergine d’oliva, un bicchiere di vino bianco secco, aglio, prezzemolo, basilico, peperoncino e brodo.

Preparazione
Fate un battuto con prezzemolo, basilico, aglio e peperoncino e rosolate in un tegame con olio.
Unite la tinca tagliata a grossi pezzi e fatela insaporire bene; bagnatela con vino bianco fino a farlo evaporare.
Estraete la tinca, decapitatela, sfilettatela e passatela al passatutto insieme al fondo di cottura.
Rimettete la polpa della tinca nel tegame, aggiungete passato di pomodoro e pomodoro senza semi; fate cuocere per una ventina di minuti.
Versate il riso nel tegame, lasciatelo insaporire e portatelo a cottura nella maniera classica, aggiungendo brodo poco a poco.
Servite con un po’ di prezzemolo fresco tritato.

CARRE DI CINGHIALE BRASATO
Ingredienti per 6 persone
Mezzo chilo di carré di cinghiale, centocinquanta grammi di lardo, olio extra vergine d’oliva, mezzo litro di vino rosso, mezzo bicchiere d’aceto, tre chiodi di garofano, carota, sedano, cipolla, aglio, alloro, rosmarino, foglie di salvia. Qualche bacca di ginepro, sale e pepe.

Preparazione
In un recipiente (non di metallo) preparate la marinata con gli odori e le verdure tagliati grossolanamente, il vino e l’aceto; immergetevi il carré ben lardellato.
Coprite con un canovaccio e lasciate marinare per almeno 24 ore.
Al momento della cottura tirate fuori il pezzo di cinghiale e mettetelo in un tegame con l’olio e le verdure della marinata; salate e pepate.
Fate rosolare bene, bagnando via via con il liquido della marinata; aggiungete all’occorrenza acqua o brodo. Dopo circa 15 minuti togliete il carré e tenetelo in caldo.
Passate il fondo di cottura al passatutto, aggiustate di sale e pepe; tagliate a fette il carré, nappatelo con la salsa e servite ben caldo.

FAGIOLI AL FIASCO ALLLA GIACOMO PUCCINI
Ingredienti
Fagioli secchi – acqua – olio d’oliva – aglio – salvia – pepe nero

Preparazione
Prendere dei fagioli secchi e porli in ammollo dalla sera precedente.
In un fiasco di terracotta mettere i legumi, dell’olio d’oliva, spicchi d’aglio, foglie di salvia e aggiungere tanta acqua d’affogare i fagioli.
Chiudere il fiasco con un tappo di terracotta, al fine di far uscire il vapore durante la cottura ed adagiarlo in un letto di brace, badando bene che il liquido non bolla mai.
Lasciare sobbollire per cinque o sei ore.
Servire i fagioli al fiasco conditi con una cascata d’olio d’oliva e pepe nero macinato.

Nell’immagine: Giacomo Puccini sul lungolago Massaciuccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.